OriGreen

OriGreen

OriGreen
Quando lo Sport incontra l'Ambiente

Ci sono sport che convivono in piena armonia con l’ambiente. 
Uno di questi è certamente l’Orienteering.

La corsa di orientamento o orienteering, è una disciplina sportiva che ha come obiettivo quello di completare, nel minor tempo possibile, un percorso definito dal passaggio obbligato presso alcuni punti di controllo (chiamati lanterne), con il solo utilizzo di una bussola e di una cartina topografica disegnata appositamente per questo sport. Il percorso da un punto di controllo all’altro è libero, ogni atleta deve scegliere l’itinerario che ritiene più veloce a secondo delle sue capacità tecniche e atletiche. L’attività di orienteering si svolgono in ambiente naturale ed infatti è anche chiamato “lo sport dei boschi”, ma può essere praticato con uguale divertimento anche nei parchi o nei centri storici delle città, è un’attività che ama e rispetta l’ambiente in quanto non ha necessità di strutture fisse per il suo svolgimento e quindi è per sua natura ad impatto zero.
La corsa orientamento è quindi uno sport adatto a tutti: all’atleta per raggiungere un risultato agonistico, all’amatore e alle famiglie per divertirsi in compagnia e trascorrere una giornata all’aria aperta.

Negli ultimi anni alcuni eventi estremi hanno segnato il mondo intero e nel piccolo anche il nostro sport. Non soffermandoci sul tremendo impatto sulla vita e la salute che ancora in questi mesi la pandemia ci sta facendo “pagare”, nel 2018 la tempesta Vaia ha distrutto diversi chilometri quadrati di aree boschive, rendendo così inutilizzabili numerose mappe da noi realizzate e indispensabili per la nostra pratica sportiva, che sono quindi irrimediabilmente andate perse. Questi eventi estremi hanno tra le cause il cambiamento climatico esacerbato dalle attività antropiche e la gestione poco attenta che l’uomo ha dell’ambiente in cui vive: sono ormai molteplici le ricerche scientifiche e i dati che supportano e confermano questa tesi.
Se da una parte chi dovrebbe gestire e prendere in mano la situazione preferisce girarsi dall’altra parte (basti pensare all’ultima fallimentare grande conferenza sul clima tenutasi a Madrid nel dicembre 2019), chi sembra avere più a cuore le sorti del pianeta sono le nuove generazioni. Un sondaggio effettuato da Legambiente nel 2017 su un campione di 1982 ragazze/i tra i 12 e 14 anni ha evidenziato come i giovani italiani siano sempre più attenti e informati riguardo alle tematiche ambientali. In questo studio si mette inoltre in evidenza come il 38,7% degli intervistati si dicano “disponibili a impiegare il proprio tempo libero per fare qualcosa di utile e concreto" in favore di questa causa. Ciononostante sono in molti, il 44%, a non avere idea di come fare per rendersi utili.
È quindi per questi motivi che abbiamo deciso non solo di preoccuparci della situazione ambientale, ma anche di occuparcene in modo diretto per far meglio comprendere alle nuove generazioni le azioni necessarie per custodire e difendere l’ambiente.

Obiettivi di OriGreen

  1. Grazie al fatto che l’orienteering è praticato in ambiente naturale, far aumentare e consolidare nei ragazzi uno spiccato senso ecologico, fatto di conoscenza, rispetto e amore per l’Ambiente
  2. Aumentare, nei ragazzi e nella comunità, le conoscenze e la consapevolezza sui problemi ambientali, le ripercussioni che possono avere sulla vita di tutti giorni e le possibili azioni da intraprendere per prevenire e/o mitigare queste situazioni, attraverso canali d’informazione affidabili
  3. Fare in modo che i ragazzi, divertendosi, da semplici osservatori degli eventi diventino attori partecipi del loro futuro (cittadinanza attiva): che dalla conoscenza delle problematiche affrontate possano seguire comportamenti più responsabili
  4. Fornire ai partecipanti una conoscenza più approfondita, perché provata direttamente sul campo grazie all'esplorazione consapevole e alle attività all'aria aperta dei territori in cui vivono
  5. Migliorare le abilità mentali e di concentrazione, nel superare le paure, nel prendere decisioni veloci, nell’autonomia decisionale, nell’autostima, a beneficio del proprio benessere psico-fisico.

Scarica il volantino di OriGreen 2021 ...


  Hai deciso di provare OriGreen? 
  Iscriviti subito!

  Scegli tu il metodo che preferisci:

   - scrivi a oripergine@gmail.com
   - chiama Lorenzo al 349 4118267
   - invia un messaggio Whatsapp a Lorenzo al 349 4118267

 

Guarda la
presentazione di OriGreen

 

Attività di OriGreen

Il progetto è suddiviso in più attività, tutte unite da alcuni aspetti in comune: il rispetto per la Natura, la ricerca di una maggiore consapevolezza delle problematiche ambientali nei ragazzi, la scoperta e l’esplorazione del territorio e, ovviamente, il divertimento.

Guarda il CALENDARIO completo delle attività OriGreen ...

Le attività proposte saranno le seguenti:

  • ORIENTEERING: 8 lezioni che avranno lo scopo di insegnare ai ragazzi la lettura di una mappa topografica con la sua specifica simbologia, di utilizzare la bussola come strumento per sapersi orientare, di usare le linee conduttrici e i punti d’arresto per definire la propria posizione sulla mappa, di valutare le migliori scelte di percorso per raggiungere una meta prefissata, di capire le curve di livello e saper trovare la corrispondenza con le forme del terreno. L’obiettivo ultimo sarà rendere il ragazzo capace di muoversi, esplorare ed orientarsi all’interno di un territorio, utilizzando una mappa e una bussola, in autonomia e in sicurezza. Tutte le lezioni saranno tenute da una coppia di istruttori federali dellìOrienteering Pergine. L’attività si svolgerà da inizio aprile a fine settembre. 
    Vista la concomitanza, nel periodo temporale del progetto, dell’organizzazione, da parte dell’Orienteering Pergine, di una gara interregionale nel Comune di Palù del Fersina (11-12 settembre 2021), saranno proposte tre lezioni nelle quali i ragazzi impareranno il “lavoro di squadra” necessario per la buona riuscita di una competizione: dall’aspetto gestionale dei dati informatici, alla predisposizione delle aree di arrivo e di partenza, dall’ideazione dei percorsi diversi per le varie categorie, alla posa delle lanterne il giorno della gara. Ma dopo questa impegnativa, ma necessaria, fase organizzativa si passerà alla fase più divertente dove il gruppo potrà cimentarsi in una vera gara di orienteering, provando in maniera diretta e “sul campo” le competenze orientistiche acquisite.
     
  • CORSO BASE DI CARTOGRAFIA: l’esperto cartografo professionista Augusto Cavazzani, spiegherà ai ragazzi le nozioni di base per creare e disegnare in autonomia una cartina topografica. Nella prima lezione l’istruttore insegnerà ad interpretare la mappa come rappresentazione della realtà, come realizzarla e con quali strumenti. Nelle due successive lezioni si passerà “all’azione”, portando i ragazzi direttamente sul campo: con carta, penna e i sensi allertati, i giovani cartografi mapperanno ciò che vedranno attorno a loro. L’area scelta per questa esperienza sarà il parco delle Giarete, dove i ragazzi potranno provare a cimentarsi in questa affascinante disciplina. I tre incontri saranno di 1h 30’ ciascuno, si svolgeranno nel mese di maggio.
     
  • ALLA SCOPERTA DEL BOSCO CON LA FORESTALE: vivere il territorio camminando sui sentieri e imparando a conoscere la flora e la fauna dei nostri boschi: ecco l’obiettivo di questa parte del progetto. Con l’aiuto di un Esperto Forestale del distretto di Pergine scopriranno le bellezze del paesaggio nel suo insieme con la flora e la fauna autoctone, le numerose varietà e ricchezze del “patrimonio ambientale” della Valle del Fersina. Il progetto prevede due uscite, una verso metà giugno e l’altra verso fine settembre, in una delle quali i partecipanti metteranno a dimora delle nuove piantine messe a disposizione dal Corpo Forestale. La prima uscita è prevista al passo Redebus (Comune di Sant’Orsola) o in sostituzione in località Alberè di Tenna, la seconda ai Prati Imperiali (Comune di Fierozzo). Ciascun incontro avrà la durata di tre ore che comprendono: il trasporto in loco con il pulmino della società, la passeggiata con il forestale e a conclusione con i percorsi a stella e farfalla, con la ricerca delle lanterne predisposte dai due istruttori.
     
  • ORIENTIAMOCI CON L’AGENDA 2030: in collaborazione con l’associazione culturale H2O+ e grazie alla presenza dei loro educatori ambientali verranno organizzati quattro laboratori aventi come tema “L’agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile”. L’Agenda 2030 è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità, sottoscritto nel settembre 2015 dai Governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Essa ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile – Sustainable Development Goals, SDGs – in un grande programma d’azione per un totale di 169 ‘target’ o traguardi. I Paesi si sono impegnati a raggiungerli entro il 2030. Attraverso giochi e attività divertenti i ragazzi impareranno a conoscere l’Agenda 2030 e i suoi goals. Le attività saranno collegate ad alcuni temi dell’Agenda: la lotta al cambiamento climatico, il consumo e la produzione responsabili, energia pulita e accessibile, città e comunità sostenibili. Gli incontri avranno una durata di 1h e 30 ciascuno, si svolgeranno al Parco Tre Castagni.
     
  • PLOGGING: ovvero “…l’orienteering fa bene al corpo, alla mente… e anche all’ambiente!”. Il plogging è una nuova tendenza che coniuga jogging (nel nostro caso orienteering) e raccolta dei rifiuti abbandonati in parchi, sentieri e così via, unendo così l’attività fisica e la cura dell’ambiente. Con la preziosa collaborazione di AMNU, organizzeremo due attività di plogging dove i ragazzi, oltre ad andare alla ricerca dei punti di controllo stabiliti sulla mappa (lanterne) avranno un altro importante obiettivo: raccogliere più rifiuti possibili trovati lungo il percorso. All’interno di questa attività avremo anche l’occasione di ascoltare un esperto ambientale di AMNU che ci parlerà della raccolta differenziata e della sua importanza per il rispetto dell’ambiente. I due incontri da 2    ore l’uno, si svolgeranno nei parchi cittadini del perginese (Parco Tre Castagni/Valar, Parco Giarete/Parco Canopi).

Guarda il CALENDARIO completo delle attività OriGreen ...

OriGreen è un'attività sportiva e di educazione ambientale

L'iniziativa realizzata nell'ambito del Piano Giovani di Zona di Pergine e della Valle del Fersina 2021

Le attività in programma sono dedicate ai ragazzi dagli 11 ai 14 anni amanti della natura, che desiderano fare sport all'aria aperta e in sicurezza.
OriGreen si tiene da maggio a ottobre nei dintorni di Pergine Valsugana e ha un costo di soli 20€ per 6 mesi di incontri.

Scarica il volantino di OriGreen 2021 ...


     Hai deciso di provare OriGreen? 
     Iscriviti subito!

         Scegli tu il metodo che preferisci:

         - scrivi a oripergine@gmail.com
         - chiama Lorenzo al 349 4118267
         - invia un messaggio Whatsapp a Lorenzo al 349 4118267

 

 


Allegati: